Blog

Fiere di Roma, storia e futuro dei poli fieristici romani

By

I poli fieristici romani
Roma è una delle località più importanti sia a livello europeo che nazionale per quanto riguarda i poli fieristici. L’obiettivo è rendere questa città il polo fieristico congressuale più grande d’Europa.
Già al giorno d’oggi scegliere la capitale italiana come sede per congressi significa dare all’evento notevole risonanza e svolgere la manifestazione in un contesto di alto livello e davvero polifunzionale. Sono presenti tre grandi poli fieristici, cioè la Fiera di Roma, l’Auditorium e il Centro congressuale dell’Eur, a cui si deve aggiungere lo spazio polifunzionale La Nuvola di Fuksas. Questi centri sono situati in luoghi strategici e sono strutture di alto livello che possono offrire tecnologie all’avanguardia e servizi esclusivi. Inoltre sono facilmente raggiungibili dagli aeroporti (Leonardo da Vinci e Ciampino) oppure dalle stazioni ferroviarie di Termini e Tiburtina.
Non bisogna dimenticare che Roma è un luogo di primaria importanza per quanto riguarda l’economia, gli affari e le relazioni internazionali ed è situata in posizione strategica per mettere in relazione l’Europa con il bacino del Mediterraneo. Proprio per questo motivo rappresenta un centro nevralgico dei flussi economici e ogni anno ospita importanti convegni ed esposizioni. Gli obiettivi per il futuro consistono nel far diventare i poli fieristici romani dei veri e propri volani per l’economia della capitale e dell’intera penisola, così da essere sia luoghi privilegiati di incontro e di affari con partner esteri che trampolini per il Made in Italy e per l’immagine dell’Italia nel mondo. Di conseguenza si presta una grande attenzione al processo di internazionalizzazione dei diversi poli fieristici per ampliarne il bacino di utenza.

La nuova Fiera di Roma
Originariamente il polo fieristico di Roma era nel VII Municipio in via Cristoforo Colombo, vicino alle catacombe di Domitilla e alla Tenuta di Tormarancia. Oggi è stato pianificato un intervento di recupero e riqualificazione dell’area, mentre la Fiera Roma è stata trasferita in via Portuense, a quasi venti chilometri di distanza. Il nuovo polo fieristico è stato inaugurato ad aprile 2006 ed è uno dei più importanti e accreditati in Europa. Infatti risulta essere l’unica sede di eventi a Roma in grado di ospitare al tempo stesso convegni ed esposizioni, sempre di alto livello. Proprio per questo motivo il calendario degli eventi è variegato e in continua evoluzione.
La nuova Fiera di Roma è stata realizzata in una località facilmente raggiungibile, al centro di una fitta rete di collegamenti, e consiste in un grande complesso moderno progettato dall’architetto Tommaso Valle che integra un’ampia gamma di strutture. In questo modo diventa possibile ospitare più eventi contemporaneamente (anche di natura diversa), come meeting professionali, esposizioni fieristiche, congressi, presentazioni di concorsi, incontri d’affari di livello internazionale e nazionale. Infatti il complesso è dotato di tecnologie innovative, un’organizzazione efficiente e un quartiere fieristico polifunzionale con un’estensione superiore ai 390.000 metri quadrati, modulabili secondo le specifiche esigenze. In particolare la Fiera di Roma comprende:
– 10 padiglioni a pianta rettangolare senza colonne, così da avere una luce libera, per un totale di 40.000 metri quadrati di aree esterne. Sono monoplanari, condizionati, cablati e dotati di wi-fi. L’accesso ai padiglioni può avvenire anche dall’alto perché queste strutture sono collegate da una passerella posta a 6 metri di altezza. In questo modo il polo fieristico si caratterizza per essere molto versatile e adattabile a ogni esigenza;
– centro convegni da 3.000 posti complessivi con sale da 50 a 1.070 posti;
– fermata ferroviaria;
– hub internazionale di Fiumicino
– 2 ampi parcheggi.

L’Auditorium
L’Auditorium Parco della Musica è situato in una location di eccezionale bellezza e rappresenta una struttura polifunzionale molto moderna in grado di ospitare eventi musicali e culturali di vario tipo. Comprende diversi edifici coperti da lastre di piombo dove si trovano tre sale da concerto e un grande anfiteatro all’aperto, la cavea. In più ci sono un’ampia terrazza praticabile e strutture multifunzione. Il complesso è stato progettato dal celebre architetto italiano Renzo Piano ed è pensato come centro polivalente, culturale e di aggregazione sociale. Oltre ai concerti, il calendario degli eventi prevede festival, rassegne, mostre d’arte, convegni, rappresentazioni teatrali, performance letterarie e sfilate di moda.

Il Centro Congressi dell’Eur
L’ Hotel dei Congressi è situato esattamente di fronte alla Nuvola di Fuksas, a tre minuti a piedi dal Palazzo dei Congressi ed a 15 minuti a piedi dal Salone delle fontante. Queste tre strutture elevano il quartiere EUR a polo congressuale di livello mondiale. La Nuvola, così chiamata per la sua particolarissima struttura sospesa, avrà una capienza di 8.000 persone ed è stata realizzato con l’obiettivo di completare la gamma degli spazi congressuali di grande pregio architettonico nell’area dell’ Eur. Il quartiere è in posizione strategica in quanto situato a pochi chilometri dal centro della capitale e dall’aeroporto intercontinentale Leonardo da Vinci. Tutti i poli fieristici sono facilmente raggiungibili sia con i mezzi di trasporto di superficie che con la metropolitana. Le tre strutture si inseriscono perfettamente nello stile razionalista che caratterizza l’Eur.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi