Blog

Itinerari turistici alternativi a Roma

By

Quando si giunge a Roma, sia per motivi di affari che per piacere, quello che si desidera maggiormente è visitare il più possibile questa magnifica città nei ritagli di tempo libero. Soprattutto se si dispone di un periodo limitato, è necessario scegliere bene degli itinerari che pur essendo turistici siano alternativi e permettano di visitare molte attrazioni risparmiando code o lunghi momenti di attesa. Allo stesso tempo, questi devono consentire di scoprire le particolarità e i posti unici di Roma.

 

Visitare la Roma turistica in maniera alternativa

Al di là del noto Colosseo, Piazza di Spagna, la Fontana di Trevi, Piazza San Pietro e i luoghi più visitati, spesso come prima scelta dai turisti di tutto il mondo, molti sono gli itinerari turistici che fanno scoprire una Roma insolita, particolare e magnifica. Merita una visita il Buco della serratura. Questo, diventato particolarmente famoso e turistico negli ultimi anni, è ubicato in Piazza dei Cavalieri di Malta presso il colle Aventino. Infatti, in prossimità della Villa del Priorato di Malta è posto il famoso portone in cui moltissimi aspettano di poggiare l’occhio sulla serratura. Quello che si vede al suo interno è una sorpresa, sicuramente è emozionante e, per l’appunto, sorprendente.

Questo itinerario prevede anche le visite alle chiese di epoca medioevale nelle vicinanze immerse nel verde e al Giardino degli Aranci da cui si scorge l’intero profilo della città. Un altro itinerario certamente immancabile se ci si trova a Roma prevede la visita al Ghetto, il quartiere ebraico (uno dei più antichi del mondo) posizionato frontalmente all’Isola Tiberina. Particolarmente suggestivo, racchiude al suo interno eleganti palazzi, edifici storici, la sinagoga, appositamente progettata per essere visibile da ogni punto panoramico della città, il Museo Ebraico e moltissimi locali kosher. In aggiunta, la fontana delle Tartarughe in piazza Mattei merita di essere vista, di rara bellezza, la leggenda narra che sia stata realizzata nell’arco di una notte per conquistare una ragazza, della quale il duca Mattei era perdutamente innamorato.

Inoltre, all’interno del Ghetto si può visitare il Tempio Maggiore, anche conosciuto come la sinagoga di Roma. L’interno è spettacolare sia per quanto riguarda le luci e le decorazioni che per le dimensioni e lo spazio decisamente vasto, composto da tre navate. Infine, una piccola pausa presso un’osteria del quartiere è d’obbligo. Qui si possono trovare cibi tipici della tradizione ebraica, primo fra tutti i carciofi alla giudia.

 

I luoghi imperdibili più particolari

Nella scelta del proprio itinerario, ci sono dei luoghi che non possono non essere menzionati, per la loro caratteristica di essere insoliti e spesso sconosciuti ai più. Uno di questi è ad esempio il Museo della Casina delle Civette. È posizionato in via Nomentana ed è una struttura decisamente bizzarra realizzata per il Principe di Torlonia che amava in modo particolare questo animale. La casa presenta un mix di stili differenti e non passa certamente inosservata. Oltre a ciò, proprio in zona Nomentana si torva il quartiere Coppedè, uno dei più caratteristici e unici di Roma. I palazzi e gli edifici realizzati all’interno del quartiere presentano un’architettura che riesce a coniugare stili differenti, a partire dal Liberty, gotico, medioevale, Art decò e barocco.

Questo itinerario è decisamente alternativo e vi troverete a passeggiare con il naso per aria. In aggiunta, è doveroso menzionare anche l’Orologio ad acqua del Pincio. È formato da una struttura che richiama una torretta, posizionata al centro di una fontana. L’acqua presente in essa permette all’orologio di funzionare. Interessante perché tutto il meccanismo è completamente visibile grazie alla realizzazione in vetro. Per terminare l’itinerario, il mercato di Porta Portese è uno dei luoghi più noti e conosciuti di Roma. Tutte le domeniche è possibile recarvisi per soffermarsi sugli innumerevoli oggetti e stampe antiche presenti. Questo è infatti un mercato delle pulci che però con gli anni si è trasformato sempre più in un luogo dove oggetti provenienti dalle più diverse culture si mescolano e si scambiano.

 

Dove poter soggiornare a Roma

A Roma certamente non mancano le possibilità di soggiornare, sia che il viaggio sia abbastanza lungo che di pochi giorni e notti. Le opzioni che vanno incontro alle diverse esigenze dei clienti sono moltissime tuttavia può capitare che non sempre si riesca a combinare la qualità del soggiorno e dei servizi offerti dalla struttura con l’ottima ubicazione. Uno dei migliori alberghi è certamente l’Hotel dei Congressi, posizionato in zona Eur, luogo strategico per raggiungere in pochi minuti e in comodità i luoghi principali della città. Oltre a ciò, gli ottimi servizi che sono a disposizione degli ospiti dell’hotel rendono il soggiorno facilitato e rilassante. In questo modo, il visitatore ha tutto il tempo di poter progettare il proprio itinerario turistico alternativo, senza lasciarsi sfuggire nulla e senza doversi preoccupare di non riuscire a visitare in maniera adeguata, una delle città più belle del mondo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi