Blog

Visitare Roma a piedi in tre giorni

By

Quali sono i vantaggi di scoprire Roma a piedi? Non dovresti spaventarti se non sei particolarmente allenato e l’idea di visitare una città vasta come Roma ti incute un po’ di timore: una delle prime cose che devono essere sottolineate quando si parla di scoprire una località a piedi è certamente il fatto che non devono essere intese come delle escursioni vere e proprie, bensì come delle passeggiate che riescono a unire in maniera furba i principali monumenti di Roma, in modo tale da costituire un’opzione economica e salutare per visitare la capitale.

Inoltre, adottando un po’ di pianificazione è possibile riuscire a ottimizzare il giro alla perfezione, suddividendo la città in più zone che consentono di risparmiare tempo prezioso che altrimenti andrebbe impiegato per gli spostamenti. Senza contare che visitare Roma a piedi aiuta a eliminare il rischio di trovarsi imbottigliati in spiacevoli ingorghi, che come molti sanno non sono affatto infrequenti. Di seguito potrai trovare qualche esempio di passeggiate da svolgere in totale indipendenza intorno a Roma. La città laziale offre qualcosa di interessante quasi dietro ogni angolo: dai monumenti più famosi fino alle chiese più piccole e più affascinanti, che spostandosi con i mezzi tra le attrazioni principali certo si perderebbero.

Camminare rappresenta di gran lunga la maniera migliore per riuscire ad esplorare la città a fondo, poiché gran parte è costituita da piccole viuzze e vicoli impenetrabili dai pullman o dagli autobus e di fatto si perderebbe molte delle sue bellezze.

 

Alcuni percorsi per scoprire la capitale camminando
Le passeggiate che si andranno ad elencare hanno l’obiettivo di collegare i principali luoghi di interesse con percorsi diretti, con il valore aggiunto di portarti a percorrere vie nelle quali si trova qualcosa di interessante ad ogni angolo. Per iniziare, meglio spuntare dalla lista i cosiddetti immancabili: il classico percorso a piedi da cui partire è quello che collega Piazza di Spagna con la Fontana di Trevi.

Si tratta di un metodo efficiente per visitare i due principali punti di interesse che si trovano nella zona est del centro storico. Una volta giunti alla Fontana di Trevi è possibile recarsi al Pantheon, il tempio di tutti gli dei collocato in una piazza raccolta e sempre molto animata. Terminata la visita ci si può mettere in marcia verso Piazza Navona, attraverso stretti vicoli che si snodano in una parte di Roma dove potrai concludere la giornata in uno dei tanti locali che affollano la zona. In alternativa, puoi usare il Pantheon come punto di partenza per Piazza San Pietro, seguendo un percorso a piedi rapido, che evita il caos che generalmente si trova per le strade che da Città del Vaticano portano al centro di Roma.

Uno dei punti di riferimento per effettuare percorsi a piedi di tipo strategico è certamente Trastevere, rinomata zona che vanta la presenza di splendidi ristoranti nei quali fare tappa e trovare un po’ di ristoro tra una visita e l’altra. La passeggiata è splendida anche di sera, quando si riesce ad ammirare tutta Roma. Da Trastevere si può andare verso il Monte Capitolino (o Campidoglio) e i relativi musei: si tratta di una dolce passeggiata, che consente di vedere molti dei luoghi più importanti di Roma camminando relativamente poco. Partendo da Trastevere si giunge alle rovine del Foro Romano e poi del Campidoglio. Un’altro ottimo punto di partenza per una passeggiata è Villa Borghese, il maggiore parco pubblico di Roma, che ne costituisce un polmone verde non da poco, fondamentale per sfuggire alla frenesia della città. Esso si trova a pochi minuti a piedi da alcune delle principali attrazioni del centro, inoltre, da Villa Borghese si può scoprire l’omonima Galleria, splendido luogo di rilevanza artistica mondiale.

Tutti i percorsi appena illustrati possono essere comodamente compiuti in circa tre giorni, o un weekend lungo, dandoti modo di esplorare la capitale italiana risparmiando soldi e tempo, permettendoti inoltre di poter godere della gastronomia romana senza particolari sensi di colpa.

 

Cosa ti serve per visitare Roma a piedi
Scoprire la città a piedi richiede alcuni accorgimenti, come l’avere con sé telefono ben carico e una bottiglietta d’acqua, ma soprattutto una buona dose di logistica, che si basa sulla pianificazione del percorso ideale: ciò che ti serve è sicuramente una mappa stradale dettagliata. Puoi acquistare mappe della città di Roma in edicole e negli uffici turistici. Non affidarti solo al telefono, poiché in qualsiasi momento potresti aver bisogno di un supporto cartaceo per orientarti al meglio.

Presso la nostra reception all’Hotel dei Congressi avrai modo di ottenere maggiori informazioni qualora lo desiderassi. Ad esempio, se ti interessa scoprire Roma a piedi ma vorresti affidarti ad una persona del posto che ti faccia da Cicerone, saremo più che lieti di indicarti una guida che possa fare al caso tuo, scelta tra i tanti servizi di walking guide disponibili nella capitale. Qualsiasi sia la tua richiesta, il nostro staff è a disposizione per aiutarti a personalizzare la tua esperienza.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi